FONDO PER LE ATTIVITÀ DI INTERESSE GENERALE

54

20 milioni di euro per il fondo attività di interesse generale: il tempo è fino al prossimo 20 ottobre 2022 per la presentazione della domanda per il finanziamento delle attività di interesse generale previsto dall’art. 72 del codice del Terzo Settore. L’avviso va a sostenere le attività di interesse generale attraverso il Fondo ed è finalizzato, informa il Ministero, alla crescita della capacity building delle reti associative.

Le richieste di partecipazione all’avviso 3/22 del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali devono essere presentate entro il 20 ottobre. Possono partecipare le reti associative, le organizzazioni di volontariato ODV, le associazioni di promozioni sociali APS e le fondazioni aderenti alle medesime reti.

Siamo ancora in fase di transizione che è dettata dalla migrazione degli Enti al registro unico nazionale del Terzo Settore: per tal motivo potranno partecipare al bando degli enti inclusi nell’elenco del Ministro del Lavoro che possono operare, in via transitoria, in qualità di reti associative e quelle presenti all’interno del consiglio nazionale del terzo settore.

I contributi verranno erogati per coprire una quota delle spese che sono previste come attività statutarie.
Tra le spese che possono essere finanziate ci sono le attività di tutela, rappresentanza, promozione e supporto delle ODV, APS, fondazioni enti; il monitoraggio delle attività anche circa l’impatto sociale, come previsto e disciplinato dal DM 85 del 23 luglio 2019, la promozione e lo sviluppo delle attività di controllo, anche in forma di autocontrollo ed
assistenza tecnica.

FONDO PER LE ATTIVITÀ
DI INTERESSE GENERALE

A CURA DE L L ‘ AVV. CAR LOT TA TOSCHI
1 6 | F EAV • NOVEMB R E 2022
1 7 | F EAV • NOVEMB R E 2022

Le attività che potranno essere finanziate sono quelle che ricadono nell’arco temporale tra il 23 agosto 2022 ed il 31 dicembre 2023. Per partecipare alla domanda di ammissione al contributo, è prevista una modulistica specifica, da reperire direttamente sul sito istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al seguente indirizzo:

https://www.lavoro.gov.it/:

Modello A (Domanda di ammissione al contributo);
Modello B (Dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000);
Modello C (Programma di attività);
Modello D (Scheda anagrafica dell’ente richiedente).

La modulistica dovrà essere inviata assieme alla documentazione richiesta, entro il 20 ottobre 2022 alle ore 18 all’indirizzo di posta certificata indicato. Ovviamente, si dovrà produrre anche la copia dell’ultimo bilancio consuntivo approvato oppure indicare che il bilancio stesso è pubblicato su internet. Il soggetto richiedente deve riportare
nell’oggetto della PEC la dicitura: “Avviso n.3/2022- art. 72 d.lgs. 117/2017 – riservato-non aprire”. La documentazione deve essere trasmessa in formato PDF, WORD ed EXCEL, in file zip. La validità della trasmissione – ricezione del messaggio è attestata dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna fornite dal gestore di posta
elettronica, ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n. 68/2005.

Le attività che potranno essere finanziate sono quelle che ricadono nell’arco temporale tra il 23 agosto 2022 ed il 31 dicembre 2023. Per partecipare alla domanda di ammissione al contributo, è prevista una modulistica specifica, da reperire direttamente sul sito istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al seguente indirizzo:

https://www.lavoro.gov.it/:
Modello A (Domanda di ammissione al contributo);
Modello B (Dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000);
Modello C (Programma di attività);
Modello D (Scheda anagrafica dell’ente richiedente)

Fonte: FEAV – MAGAZINE DELLA FEDERAZIONE EUROPEA AUTONOMA DEL VOLONTARIATO TERZO SETTORE

E-Mail: redazionefeav@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here